“Il presidente (Bush) ha ammesso oggi che parte dei dati di intelligence che hanno portato alla decisione della guerra all’Iraq «erano inesatti». ” (da La Stampa, 15 dicembre 2005, fonte)

“(Bush) ha ammesso che l’errore più grave commesso in Iraq è stato Abu Ghraib, il carcere delle torture.” (da RaiNews.net, 26 maggio 2006, fonte

“È tremata, in avvio, per un istante la voce al presidente degli Stati Uniti George W. Bush che la scorsa notte, per la prima volta in maniera piena e inequivocabile ha ammesso in un messaggio a reti unificate che «errori sono stati commessi in Iraq» e che la colpa è tutta sua. ” (da La Stampa, 11 gennaio 2007, fonte)

“La tv satellitare Al Jazeera ha trasmesso un nuovo messaggio audio di Osama Bin Laden dedicato alla situazione in Iraq. Il messaggio contiene un’ammissione degli «errori» compiuti in Iraq ed un invito alle fazioni della guerriglia (tra cui anche i seguaci locali di al Qaeda) a unirsi in un fronte comune nella lotta contro gli americani.” (dal Corriere, 22 ottobre 2007, fonte)

Detto per inciso, la parola “errore”, in questi casi, sta per “centinaia di migliaia di morti innocenti”.

Annunci