A Cesano Boscone, nell’hinterland milanese, c’è un posto magnifico. Si chiama Casa dell’Acqua, e l’ho sperimentata di persona. E’ un piccolo edificio con un mini portico, dove chiunque può andare a prendere acqua minerale di ottima qualità gratis. Ci sono tre erogatori (acqua gassata fredda, acqua naturale temperatura ambiente, acqua naturale fredda) da cui attingere per riempire le proprie bottiglie. Su Youtube ho trovato anche un video: guardare per credere.

La Casa sorge all’interno di un nuovo parco pubblico ed è circondata da panchine e posteggi per le bici.

Da quando la Casa è stata inaugurata, il parco e la via sono piene di gente a tutte le ore del giorno (e fino a sera inoltrata). E’ diventato un luogo di incontro e di socialità. Nessun atto vandalico, nessuna scritta sui muri. La gente rispetta un luogo che è evidentemente percepito come “luogo di tutti”, “cosa pubblica”.

Con un’unica iniziativa si raggiungono così molti risultati: diritto all’acqua garantito per tutti, nuovi spazi di socialità, un territorio che torna ad essere pacificamente invaso dalla popolazione e, quindi, diventa anche un luogo sicuro: molto meglio che erigere muri o militarizzare le piazze.

Annunci