Mi sconcerta il fatto che quando si parla del “declino dell’Italia” si chiami in causa il governo Prodi e la sua traballante maggioranza. Possibile che nessuno colleghi questo declino al fatto che il nostro paese per cinque anni è stato governato da uno che compra i senatori avversari facendo piazzare amichette e vallette in Rai e che di tanto in tanto “chiede di donne” a Saccà “per sollevare il morale del Capo”? Da uno che, per stessa ammissione dei suoi alleati, ha pensato più ai propri interessi personali che a quelli generali? Cosa deve ancora succedere, e cosa ancora dobbiamo scoprire per avere chiaro che razza di gente era quella ha governato fino al 2006, le cui malefatte paghiamo e pagheremo per i prossimi anni?