Con il Partito Democratico vogliamo dare stabilità e forza al Governo Prodi e alla maggioranza di centrosinistra.
(Piero Fassino, Lettera agli iscritti DS, 3 ottobre 2007) 

Il Governo Prodi è caduto. Un caloroso grazie al Partito Democratico e al suo illuminato leader Walter Veltroni per essere riusciti dove l’opposizione berlusconiana aveva fallito per mesi e mesi di inutili spallate.

Ora Veltroni dice che le elezioni anticipate sarebbero la scelta peggiore: non ci poteva pensare prima di mandare in pezzi la coalizione? Non ci poteva pensare prima di dichiarare “il PD correrà da solo con qualsiasi legge elettorale” nel giorno in cui l’Udeur annunciava l’appoggio esterno?

Il PD non era mica nato con l’intento di rafforzare il governo e stabilizzare il quadro politico? Se un gruppo dirigente fallisce due obiettivi su due non dovrebbe scusarsi e poi dimettersi?

Di Dini e Mastella non voglio parlare: hanno dimostrato che anche l’atomo si può scindere. 

Dimenticavo: la mozione di sfiducia contro Cuffaro è stata bocciata.

Prodi si è dimesso, Cuffaro resta al suo posto.

Che grande Paese, l’Italia.

Annunci