You are currently browsing the category archive for the ‘Satira’ category.

Dopo la presa di posizione di ieri, la nuova coppia di fatto Dini & Bordon, forte del suo 0,nulla percento, continua a provocare fibrillazioni nel mondo politico e non solo. Rumors dal palazzo hanno fatto filtrare la notizia secondo cui il duo starebbe redigendo una nuova fondamentale dichiarazione politica.

In essa Dini & Bordon metterebbero in discussione il sistema copernicano, non riconoscendosi più nelle teorie di Galileo Galilei. “Il Paese ha bisogno di teorie più moderne e meno rivolte a un passato da superare”, si leggerebbe nella nota. “La ripresa economica del Paese passa attraverso una svolta nei rapporti celesti: è evidente che la teoria secondo cui è la Terra che gira intorno al Sole non è più adatta a dare risposte alla crisi climatica. Occorre con coraggio riscoprire il geocentrismo per aprire una nuova fase riformista“.

L’ennesimo strappo dei due senatori avrebbe suscitato l’interesse di Udc e Udeur. Inoltre, fonti del Vaticano hanno riferito di un certo compiacimento da parte del Sommo Pontefice, Benedetto XVI.

Annunci

Voto storico all’Onu: la terza commissione ha approvato la Risoluzione sulla moratoria della pena di morte voluta dall’Italia e attorno a cui l’Italia ha saputo costruire un largo e compatto consenso.

Dini e Bordon hanno comunque dichiarato che si riservano di considerare conclusa l’esperienza dell’Onu.

I timori espressi nel post di ieri si sono purtroppo puntualmente confermati:

«All’interno di un dialogo fraterno e cordiale – sottolinea il vicario generale – don Aldo, parroco di Ponzano, ha ribadito la sua obbedienza al vescovo e la piena disponibilitá a trovare una soluzione al problema». Il Vescovo di Treviso, mons. Andrea Bruno Mazzocato, ha infatti voluto incontrare don Aldo Danieli, parroco di Paderno, per avere chiarimenti sulla vicenda.  (dal Corriere della sera)

Sempre oggi, a Padova, ennesima provocazione della Lega Nord che, per difendere l’identità padana, ha fatto pascolare un maiale sul terreno destinato alla costruzione di una moschea.

Se l’identità padana si difende con un maiale, allora capisco come mai Roberto Calderoli sia un rappresentante del popolo del Nord…

Secondo un articolo del Corriere, sono state captate onde radio dallo spazio. Gli extraterrestri hanno iniziato a comunicare con noi?

Vivaci le reazioni dalla politica. Fassino: “Devono decidersi: se vogliono interferire con la nostra società, devono fondare un partito. Le onde radio rischiano di solleticare istinti populisti, ma rimangono prive di proposte“. Anche secondo D’Alema, i messaggi degli alieni rischiano di travolgere la politica. Per questo serve che la politica sappia reagire riaffermando il proprio diritto a guidare il paese e la galassia.

Nel centro destra, il primo a parlare è Umberto Bossi: “Il popolo padano saprà respingere l’invasione delle orde marziane. Non siamo razzisti, ma gli E.T. tornino a casa loro“. La Brambilla ha affermato che “si tratta dell’ennesima dimostrazione dell’impopolarità del governo: Prodi deve dimettersi“.

Silenzio invece da Berlusconi. Fonti ben introdotte in Forza Italia sostengono che il Cavaliere stia cercando di capire se è possibile appaltare i ponti radio di Mediaset agli extraterrestri.

E noi sempre a pensar male. Sempre lì a rinfacciare ai leader del centro sinistra di essere degli inetti, incapaci di comunicare, sempre pronti a farsi male da soli. E invece, ecco che proprio in queste ore si sta compiendo il capolavoro assoluto. Grazie al nostro fiuto investigativo, tre dossier illegali e la testimonianza autorevole di una passante di via dei due Macelli a Roma, noi di Globali siamo in grado di affermare che tutto il caso Visco-Speciale è in realtà una astuta montatura orchestrata da Ds e Margherita. Lo scopo? Far andare Berlusconi in tv e fargli dire che se si andasse a votare domani lui vincerebbe le elezioni, facendo sembrare verosimile e imminente questa possibilità (che nella realtà è piuttosto improbabile).

Era l’ultima carta, l’arma segreta, l’estrema mossa per mobilitare gli elettori di centrosinistra e farli andare a votare ai ballottaggi per le amministrative. E vedrete se ora non andranno in massa! Perchè al borsino della mobilitazione, lo spettro di un ritorno di Berlusconi vale quanto il recupero dell’evasione fiscale, l’aumento delle pensioni minime, due interventi militari di pace e la legalizzazione delle droghe leggere.

E per essere proprio sicuri di ottenere il risultato, pare che D’Alema e Rutelli siano pronti ad arrivare alle estreme conseguenze: far cadere oggi il Governo al Senato. Una mossa stupida? Macchè! L’ennesima dimostrazione della astuzia dei nostri leader: con il Governo Prodi dimissionario alla vigilia del secondo turno, la Provincia di Genova non ce la toglie nessuno…

Dopo aver incluso Bettino Craxi nel Pantheon dei “padri nobili” del costituendo Partito Democratico, Piero Fassino ha oggi dichiarato che la storia e l’opera di un uomo integro e lungimirante come Licio Gelli meriterebbero di essere prese a modello per la costruzione di un Paese moderno. Nicola Latorre, diessino dell’ala dalemiana, ha rilanciato rievocando la modernità e il carisma di Salvo Lima.

Ha sollevato invece un vespaio di polemiche la volontà, espressa dall’ala più riformista dei Ds, di inserire nel Pantheon uno dei “grandi vecchi” della politica italiana: Totò Riina. I dubbi si appuntano sul fatto che non è ancora morto.

Cresce la tensione per il caso degli ostaggi inglesi. In seguito al sequestro e – si dice – a pesanti violenze fisiche, i sudditi di Sua Maestà sarebbero ancora prigionieri.

Il governo inglese ha lanciato un ultimatum in cui chiede l’immediata liberazione dei cittadini britannici e minaccia pesanti ritorsioni.

“I prigionieri stanno bene e sono trattati con umanità“, ha assicurato il Prefetto Serra.

Questa volta Globali ha battuto sul tempo anche “Striscia la notizia” che, su questi temi, è sempre stata molto attiva a presente.

Si tratta dell’ennesimo “guaritore” straniero che, passando per essere una personalità spiritualmente elevata, ha fatto sì che tantissimi ingenui, in buona fede, si convincessero delle sue “miracolose” capacità di curare malattie incurabili anche per la medicina più moderna.

Ultima a dirsi convinta di questi poteri, è arrivata una donna francese di 46 anni. Il guaritore di turno sarebbe di origine polacca. Sarebbe morto da oltre due anni.

Dopo la Camera, anche il Senato Usa, ha approvato una legge che prevede il ritiro dei soldati americani dall’Iraq entro il settembre 2008. Giuliano Ferrara stigmatizzerà lo strisciante anti americanismo dei parlamentari americani?

Anche oggi, Vaticano e Chiesa Cattolica hanno autorevolmente parlato ai sudditi raccolti in adorante attesa. I Dico sono pericolosi e chi li vota finisce all’Inferno, luogo di cui, secondo il Papa, si parla troppo poco. L’Inferno, ha scandito il Pontefice, esiste e le pene che vi si trovano durano per sempre. Mica c’è l’indulto, lì. E nemmeno una legge Pecorella qualsiasi che libera dal male.
Dopo aver ribadito che le streghe continuano a rappresentare una minaccia per la convivenza civile e che Satana si impossessa dei gatti neri, in una illuminante lectio magistralis degna della sua fama di teologo, Ratzinger ha inoltre ricordato a tutti che chi si fa le pugnette diventa cieco.
Imbarazzo dei presenti quando il Sommo Pontefice ha inforcato gli occhiali.

“Liberazione Mastrogiacomo: disappunto USA”

Questa volta, infatti, non sono riusciti a uccidere nessun funzionario italiano.

http://www.flickr.com/photos/thenandagain/18431226/Ennesimo scoop di Globali. Nuove sconcertanti rivelazioni trapelano in queste ore dall’archivio segreto del fotografo Fabrizio Corona. Dai meandri di fangopoli siamo roccambolescamente venuti in possesso di altre foto, intercettazioni e video riguardanti personaggi della politica ai più alti livelli. Globali è in possesso di alcuni documenti esplosivi, capaci di far tremare le stanze del potere.
C’è, per esempio, una fotografia che ritrare Cesare Previti intento a compilare un modello 740 per il pagamento delle tasse. Ambienti a lui vicini hanno immediatamente fatto quadrato intorno all’ex ministro della Difesa dichiarando che, se anche la foto fosse vera, si tratterebbe di un caso isolato.
Un altro scatto rubato, ritrarrebbe Maurizio Gasparri intento a leggere “Critica della ragion pura” di Kant, in tedesco: una circostanza che i suoi più stretti collaboratori considerano “assolutamente non credibile, non ne sarebbe capace nemmeno in italiano”.
Infine, l’episodio più inquietante: un intero servizio fotografico (corredato da un video) relativo al matrimonio del noto boss di Cosa Nostra Salvo Lojacono, dalla cui analisi emergerebbe che Marcello Dell’Utri non solo non era tra i testimoni di nozze, ma non era nemmeno stato invitato.
In una nota diffusa in mattinata, Forza Italia dichiara: “Siamo all’imbarbarimento della vita pubblica: non si può distruggere la reputazione di una persona, costruita in anni di attività professionale e politica, poggiandosi su episodi lontani nel tempo e sicuramente limitati a pochissimi casi isolati. La coerenza dei comportamenti e delle storie personali sono e restano davanti agli occhi di tutti”.
Solidarietà ai tre esponenti della Casa delle Libertà è arrivata da Francesco Rutelli.

IncensoIl nostro Papa preferito ha deciso di fare un’ulteriore sforzo per entrare nei cuori della gente.
Nel testo del Sacramentum Caritatis reso pubblico oggi, l’ottimo Ratzinger ha dato un ulteriore slancio riformatore al suo pontificato dicendo, nell’ordine:

a) i politici cattolici non devono votare leggi “contro natura”;
b) i sacerdoti devono ricominciare a celebrare la messa in latino (e i credenti facciano il piacere di impararsi le preghiere);
c) la donna è finalmente vista in una nuova ottica dato che, si legge, “il suo essere sposa e madre costituisce una realtà imprescindibile che non deve essere svilita”;
d) niente comunione per i divorziati risposati, definiti “una vera piaga dell’odierno contesto sociale”.

Così, dopo aver definito le coppie gay come “amori deboli” e “non degne dell’essere umano”, tocca anche ai risposati (tra i quali molti politici vicini al Vaticano) che, al pari di Aids, corruzione, schiavitù, fame nel mondo, si guadagnano sul campo il titolo di “piaga della società”.

A questo punto i casi sono due: o Ratzinger è in realtà l’Anticristo assurto al soglio di Pietro per distruggere la Chiesa (e saremmo quindi vicini all’Apocalisse), oppure Pannella è un genio dei travestimenti.

Scoop di Globali!
Assumono contorni via via più chiari le circostanze che hanno portato al malore di Berlusconi. Sul palco di Montecatini sarebbero state trovate tracce di Polonio 210. Fonti accreditate suggeriscono che l’Agente Prodi (nome in codice ‘Semaforo’), dopo aver assunto le sembianze di Dell’Utri, avrebbe cosparso sul palco il micidiale veleno.

Intanto, dopo aver appreso che il consulente della commissione Mitrokhin Mario Scaramella è risultato positivo al Polonio, è scoppiato il panico tra i supporter del centro destra in partenza per la manifestazione di Roma: la loro richiesta è che Paolo Guzzanti se ne stia a casa sua… che non si azzardi a mettere piede in piazza…

In una attesissima conferenza stampa, ieri pomeriggio il leader di Cosa Nostra Bernardo Provenzano ha parlato del futuro suo e della sua organizzazione. Si è detto fiducioso che, nei prossimi mesi, Cosa Nostra e lo Stato possano trovare dei punti di convergenza per portare a termine alcune riforme ritenute fondamentali.

Provenzano ritiene sia arrivato il momento di affrontare le emergenze del mezzogiorno, del lavoro e della giustizia lasciandosi alle spalle quel clima di contrapposizione che ha caratterizzato gli utlimi anni. Sull’esempio di alcune grandi democrazie europee, come la Spagna dell’Eta, Cosa Nostra propone un patto con lo Stato. La sua organizzazione potrebbe offrire i suoi uomini, la sua esperienza e la sua presenza sul territorio al fine di garantire la stabilità necessaria ad affrontare le grandi sfide della globalizzazione.

“Ci hanno accusato delle cose più incredibili, ci hanno chiamati ‘criminali’ e ‘assassini’ – ha puntualizzato Provenzano – Chiedo scusa se, anche da parte nostra, sono stati utilizzati termini un po’ accesi e compiuto atti forse discutibili.
Penso che, per il bene del paese, sia giunta l’ora di abbandonare gli odii e le scomuniche reciproche. Sono pronto a fare un passo indietro e sedermi attorno a un tavolo per guardare al futuro”.

Chi si attendeva un Provenzano all’attacco è rimasto spiazzato. Provenzano ha vestito i panni del leader pacato e responsabile. I commentatori più attenti hanno salutato questa svolta come un atto di grande intelligenza e lungimiranza politica e ne hanno messo in risalto il respiro istituzionale improntato al dialogo.

ARCHIVIO ARTICOLI

Altri modi di leggere Globali

Add to Technorati Favorites